Storia di Marrakech (pronuncia in arabo Marrak’che) si estende su un vasta piana chiamata “Haouz”, la città é circondata da 9 Km di antiche mura di color ocra…….  

……colore che copre i monumenti e le case di questa città ed è per questo motivo che Marrakech viene chiamata la città rossa del Marocco.

Le bellissime e intatte mura raccontano la storia di Marrakech, furono edificate nel 1126Il sito naturale della città rossa è di una bellezza unica, sorge su una grandissima piana, circondata dalla maestosità dell’Alto Atlas, la più grande ed estesa catena montuosa del Marocco, circondata poi da uno dei più grandi palmeti del mondo (il Palmeraie)

Ma come nasce “la storia di Marrakech”

Nel 1062 Abou Bakr ( dinastia Almoravide ) installo un vasto campo militare nella piana di Haouz, era l’inizio della costruzione della futura Marrakech. Ma fu un altro Almoravide Youssef Ibn Tachin  a fondare  Marrakech ( le antiche mura invece furono edificate da suo figlio ), che diventerà  in poco tempo la seconda capitale storica del Marocco. Marrakech sotto l’impulso degli Almoravidi, divenne un importante centro commerciale, culturale e religioso conosciuto in tutto il Maghreb, l’Andalusia e in una parte dell’Africa nera.

A questo periodo seguì la dinastia alawide, il sultano Mulay Ismāʿīl riuscì a prevalere sui Sadiani e a radere al suolo la città, ad eccezione delle tombe Sadiane, quindi scelse Meknes come capitale.

Da quel periodo ai giorni nostri non vi furono grossi avvenimenti nella storia della città e Marrakesh rimase una città imperiale, importante come base meridionale per controllare le tribù berbere.

Al giorno d’oggi Marrakesh conta circa 1.460.000 abitanti ed è senz’altro la città più nota del Marocco e seconda a Casablanca per le attività commerciali.

(fonte wikipedia)

———————————————-pasquale-d-vacanze-marrakech————————————

I dati riportati sono indicati a titolo informativo. E’ attestiamo che :
Questa recensione é la nostra personale opinione.
Non ho nessun legame o affiliazione con le società o fornitori sopra elencati.
Non ho ricevuto alcun compenso o incentivo per scrivere questo post.
Leggi Disclaimer per maggiori informazioni riguardo questo blog.

Grazie per esserti fermato a leggere il nostro post. E’ molto piacevole ricevere visite e, se ti va, mi farebbe piacere conoscere i tuoi commenti: le osservazioni sono preziose, sempre benvenute ed aiutano a migliorare.

Ti invito poi a diventare nostro amico sul nostro canale Youtube o su Facebook (puoi iscriverti nell’apposito campo qui a destra)
Che ne dici, sali sul nostro sogno, anche tu ?