Lavoro in Marocco

Lavoro in Marocco

Molti italiani ci chiedono notizie su come cercare lavoro in Marocco. Per questo vi spieghiamo e analizziamo le problematiche inerenti il lavoro per gli stranieri in Marocco. 

Per poter lavorare in regola dovete sapere che serve un autorizzazione legale, l’impresa che vi offre lavoro, dovrà richiederla al ministero del lavoro presso il dipartimento per l’occupazione dei migranti. Per ottenere questa autorizzazione il lavoratore straniero deve presentare 3 documenti:

  1. il passaporto,
  2. certificato medico,
  3. documenti attestanti la propria qualifica professionale.

(documenti da presentare in originale ed in triplice copia, tradotti in francese ed autentificati).

Lavoro in Marocco

Autorizzazione al lavoro in Marocco

Ottenere questa autorizzazione non é una cosa molto semplice , la legislazione marocchina sul lavoro agli stranieri é molto rigida, richiede sopratutto che il lavoro che uno straniero va a occupare, non venga tolto ha un disoccupato marocchino.

Quindi in primis per lavorare in Marocco, noi stranieri dobbiamo ottenere un autorizzazione rilasciata dal ANAPEC (Agenzia Nazionale per la Promozione dell’occupazione e delle competenze), faccio un esempio:

  • Il ristorante italiano di Casablanca vuole assumere un cameriere italiano , per prima cosa richiede l’autorizzazione sopra descritta, il dipartimento per il lavoro verificherà che nessun marocchino disoccupato, abbia le caratteristiche adatte a svolgere il lavoro di cameriere in un ristorante italiano, solo dopo aver verificato questo rilascerà il certificato, che permetterà l’assunzione del cameriere italiano.

Molto spesso dimostrare che per fare un determinato lavoro occorre un lavoratore straniero non é così semplice.

5 Documenti per Lavorare in Marocco

  1. Domanda di visto contratto di lavoro per stranieri in 3 copie firmate dal dipendente.
  2. Contratto di lavoro in Marocco.
  3. Diplomi o attestati , che giustificano la professionalità del dipendente.
  4. Passaporto in originale e tre copie autentificate.
  5. Certificato rilasciato da Anapec, che conferma l’assenza di candidati marocchini idonei a ricoprire la posizione lavorativa offerta al dipendente straniero.

Fatta questa premessa doverosa per tutti quelli che sognano di andare a lavorare in Marocco, riporto questo interessante report sul primo trimestre :

Mercato del lavoro in Marocco

Nel periodo tra il primo trimestre 2013 e il primo trimestre 2014 sono stati creati 90.000 posti di lavoro, tuttavia l’industria nello stesso periodo segnala la perdita di 45.000 posti di lavoro.
Il 51% dei posti di lavoro creati dall’economia marocchina in questo periodo, sono situati nelle grandi città, il resto nelle zone rurali. Il settore dei servizi é quello che ha creato la maggior parte dei posti di lavoro, i cui rami principali sono il commercio al dettaglio, la riparazione di beni di consumo e i servizi alle imprese.
Non dimentichiamo pero’ di dire che lo stesso report , riporta nello stesso periodo analizzato un aumento della disoccupazione, che passa dal 9,4% al 10,2%. ( fonte http://www.aufaitmaroc.com).

Lockdown in Marocco 1Voi siete la nostra priorità e siamo sempre disponibili per qualsiasi tipologia di richiesta. Rispondiamo sempre entro 24 ore max.

Per domande, info e/ altro contattatemi  cliccando su:  Pasquale D.

Pubblicato da Pasquale D.

Nato a Milano 51 anni fa, amo internet, viaggiare. Esperto di Marrakech e del Marocco. Quasi analfabeta chiedo venia per gli innumerevoli errori grammaticali e di sintassi che leggerete :-) - I dati riportati sono indicati a titolo informativo. - Questa post o recensione é la nostra personale opinione. - Non ho ricevuto alcun compenso o incentivo per scrivere questo post. - Leggi Disclaimer per maggiori informazioni riguardo questo blog.