Salone Marocchino, una speciale miscela di architettura, colori, estetica. Un icona dell’artigianato ma sopratutto sublime simbolo di accoglienza e ospitalità del popolo marocchino.

L’origine del tradizionale salone marocchino viene dalla lontana Spagna, in particolare dall’Andalusia mussulmana. Nei secoli in Marocco il salone marocchino è diventato uno dei tanti simboli della rinomata ospitalità e accoglienza che contraddistingue i marocchini.

Ogni regione del Marocco ha il suo tradizionale e particolare salone marocchino

Ogni regione del Marocco ha una propria storia culturale che ha influenzato lo stile dei propri saloni marocchini, in base al tipo di legno usato, dal suo intarsio, dai suoi colori e dalle sue forme si puo determinare che tipo di salone marocchino sia:

  • Ad esempio nella nostra Marrakech si usa utilizzare la “Zouaq” una particolare tecnica per dipingere il legno.
  • Nel Nord del Marocco i saloni marocchini sono realizzati con complesse tecniche artigianali di intarsio.
  • A Fez amano utilizzare particolari e speciali tessuti per coprire i divani del salone marocchino.

Ma resta sempre la base progettuale che in tutte le regioni del Marocco ha nei propri saloni un grande tavolo ottagonale e tutt’intorno gli splendidi e decorati divani.

I maggiori centri dove si trovano i più bravi maestri artigiani sono a Rabat, Marrakech, Fes e Meknes .

Il salone marocchino ricami e colori da mille e una notte

Le caratteristiche principali dei saloni marocchini sono i preziosi ricami dai colori caldi e vivaci dei divani che donano all’ambiente un tocco da Mille e una notte. I divani che lo compongono creano con la loro disposizione a ferro di cavallo, una tavola rotonda, riproposizione geometricamente semplificata, per cui non vi è interruzione e ogni posto è uguale all’altro dal punto di vista delle relazioni funzionali e umane. I divani sono privi di schienale e sono normalmente sostituiti da cuscini disposti liberamente. Al centro dello spazio si trova solitamente un tavolino dalle forme circolari oppure poligonali.

Vediamo ora la differenze principali dei saloni italiani e dei saloni marocchini 

Nella tradizione occidentale dei saloni italiani vi è un elemento principale il sofà. Quest’ultimo è ottenuto dalla composizione di un elemento base, la cosiddetta piazza. Mentre il divano è raramente posto al centro di una stanza. Il risultato è uno spazio circoscritto e riconoscibile all’interno del quale possono trovare posto elementi secondari quali tavolini e altri elementi.

Nella tradizione marocchina dei saloni il divano  ha una disposizione dei moduli a ferro di cavallo, ossia occupa tre pareti di una stanza e lascia libero un lato che ne rappresenta l’accesso. Quando ci si entra sembra di sognare ad occhi aperti.

separatore fine articolo

 Voi siete la nostra priorità e siamo sempre disponibili per qualsiasi tipologia di richiesta. Rispondiamo sempre entro 24 ore max.

-pasquale-d-vacanze-marrakech

P.s. La presente proposta viene fornita in collaborazione con i nostri partner ufficiali, operatori e agenzie turistiche dalla lunga esperienza e specializzati nell’offrire esperienze uniche.

Per domande, info e/ altro contattate Pasquale D.

Inviarmi un’email

Scrivermi via Facebook

Seguire la pagina Facebook 

Iscrivervi al canale You Tube del blog

Sarà nostra cura valutare le vostre esigenze e trasmetterle ai fornitori dei singoli servizi.

A presto!

I dati riportati sono indicati a titolo informativo.
E’ attestiamo che :
Questa recensione é la nostra personale opinione.
Non ho nessun legame o affiliazione con le società o fornitori sopra elencati.
Non ho ricevuto alcun compenso o incentivo per scrivere questo post.
Leggi Disclaimer per maggiori informazioni riguardo questo blog.