Il contratto di affitto in Marocco

In Marocco il contratto di affitto si chiama ” Le contrat de bail “. Attenzione é facile trovarsi in Marocco nella situazione in cui ci si trova tra le mani un contratto di bail illegale, pertanto bisogna rispettare la legge n 67-12 che disciplina il rapporto contrattuale tra proprietario e inquilino entrata in vigore 28 Febbraio 2014 dopo la sua promulgazione nel 28 novembre 2013. 

In particolare non bisogna mai pagare all’estero l’affitto, esempio concreto che capita spesso: Un francese proprietario vi affitta il suo appartamento in Marocco, e vi chiede di pagargli il canone di affitto su un conto corrente francese, questo non si può fare §é illegale.

La legislazione del contratto di affitto in Marocco.

Legge n. 67-12

Il contratto di affitto in Marocco deve rispettare le seguenti :

  • Il contratto di affitto deve essere obbligatoriamente scritto,
  • Deve citare in maniera chiara e precisa il bene locato, l’identità del proprietario e dell’affittuario,
  • Deve riportare la data della sottoscrizione del contratto e la sua durata,
  • Lo stato manutentivo del locale alla data della locazione,
  • Un deposito di garanzia di due mesi al massimo; che deve essere restituito nei due mesi successivi alla sua scadenza o essere imputato agli ultimi due canoni di affitto,
  • Il canone non puo essere rivisto prima dei primi tre anni del contratto a misura massima dell’8 % per i locali a uso abitativo,
  • L’affituario e normalmente obbligato a sottoscrivere una polizza assicurativa ,
  • Il contratto di affitto in Marocco alla sua scadenza o in qualsiasi caso di mancato rinnovo non prevede nessuna indennità per l’avviamento,
  • Il contratto di affitto non vi permette la cessione della vostra attività a terzi, il cosiddetto subaffitto,
  • L’affittuario ha l’obbligo di mantenere il locale in buono stato manutentivo nei limiti dello stato in cui lo ha trovato al momento della sottoscrizione del contratto e di curare le piccole manutenzioni ordinarie (verniciatura, idraulica ecc…) il proprietario a sua volta deve consegnare un immobile in buono stato,
  • Il contratto di  Affitto deve obbligatoriamente essere registrato presso il comune. (soprattutto, se lo si stipula con un un non residente, deve essere ridatto da un notaio o da un esperto di contratti tra privati),
  • Il contratto di affitto in Marocco va sempre legalizzato in comune,

Imposte da pagare su un contratto di affitto in Marocco.

Sono previste:

  • Tassa urbana a carico del proprietario,
  • Tassa comunale a carico dell’affittuario.Le aliquote e Le modalita di calcolo delle due imposte si possono trovare presso qualsiasi comune

Procedure in caso di mancato rispetto del contratto di affitto in Marocco

Secondo l’articolo 23 della suddetta legge, in caso di mancato pagamento del canone di locazione alla scadenza, il proprietario è tenuto ad informare il presidente del tribunale di primo grado competente a richiedere il permesso di avviare un avviso al pagamento.

L’avviso al pagamento deve contenere :

  • i nomi delle parti,
  • l’indirizzo del padrone di casa,
  • l’indirizzo della costruzione,
  • l’affitto,
  • il periodo di affitto non pagato e il totale esatto dovuto. (Art 24)
  • Il conduttore ha un periodo di 15 giorni dalla notifica della citazione per pagare. (Art 25)

In caso di mancato pagamento o pagamento parziale dell’importo previsto, il proprietario può rivolgersi al Tribunale di primo grado che ha approvato il processo di avviso al pagamento e ordinare il pagamento entro 48 ore.