Oggi come nei secoli passati , uno degli animali più importanti per il tessuto sociale in Marocco é……

L’uomo é il suo asino.

Vedere l’uomo é il suo asino nei villaggi del Marocco o nelle vie delle grandi città ( a Marrakech ad esempio sono una presenza costante nella medina, ma li vedi anche nei quartieri della città ) é un fatto normale , usati come nei secoli scorsi, questo amabile animale viene usato sopratutto per il trasporto di mercanzia di ogni genere, esempio nella medina di Marrakech vengono usati per il trasporto di mattoni. Insieme al cammello é forse l’animale più indispensabile, non dimentichiamo anche pero un suo parente stretto ” Il Mulo “, che non é altro che un incrocio tra un asino e una cavalla, si assomigliano molto nel carattere ma i muli sono molto più veloci , quindi vengono usati sopratutto per trainare carretti lungo le strade del Marocco.

L’asino e l’Uomo.

L’asino da sempre ha aiutato l’uomo, ricevendo spesso in cambio poco o nulla. Animale forte ha abitudini semplici pur avendo un caratteraccio, se si impunta nulla lo smuove. Gli esperti dicono che l’asino se trattato bene dal suo padrone, si dimostrerà operoso e obbediente , se tratta male invece il suo carattere forte lo porterà ha essere pigro e testardo. A differenza del Marocco dove l’uomo é l’asino hanno ancora un legame forte e indispensabile per molti lavori, in Italia la sopravvivenza di questo bellissimo animale é fortemente a rischio, aggiungo peccato.

Altri articoli sulle tradizioni del Marocco.