Oggi con enorme piacere e soddisfazione, iniziamo la nostra collaborazione con Daniela nata a Torino, che dopo aver maturato una significativa esperienza nel settore del turismo internazionale, oggi insieme……

al suo compagno Hamid , hanno aperto Maroccotrips, sono un punto di riferimento e referenza tra i viaggiatori occidentali e la cultura marocchina, parla correttamente tedesco, inglese, spagnolo, francese ed ovviamente la nostra bellissima lingua italiana ( grrrrr che invidia io parlo a malapena il milanese mischiato al napoletano).

Daniela diventa autrice su questo blog iniziando a scrivere dell’arte dei tatuaggi all’henné.

L’henné è una tintura naturale ricavata dalle foglie essiccate e polverizzate di un arbusto comunemente chiamato henna (Lawsonia inermis L. fam. Lythraceae). Questa pianta, probabilmente originaria dell’Arabia, concentra nelle foglie un pigmento rossastro chiamato lawsone, che fa dell’henné una sostanza particolarmente usata in fitocosmesi decorativa per la realizzazione di tatuaggi temporanei.  Molto comune è anche l’impiego dell’henné come colorante per capelli scuri, a cui dona riflessi ramati, o per capelli biondi, a cui conferisce un color carota.

L’arte di dipingere con tatuaggi all’henné alcune parti del corpo, soprattutto le mani ed i piedi, è da qualche tempo approdata nella cultura occidentale, mentre nei paesi di origine vanta una tradizione millenaria: è il caso, ad esempio, del Marocco.

I tatuaggi all’henné sono temporanei e possono durare qualche giorno; naturalmente il tempo di permanenza è inversamente proporzionale al numero di lavaggi ed applicazioni locali di creme e detergenti vari.

collage-henne-marrakech-marocco

Ricetta per la pasta dei Tatuaggi all’henné.

Ci sono varie ricette per fare la pasta di henne’, il modo migliore è sperimentare e provare diversi ingredienti.

Ingredienti:

  • contenitore e cucchiaio non metallici
  • 2 chucchiai di polvere di hennè ( per tatuaggi) di qualità, fresca, ben conservata, ben setacciata e priva di aggiunte chimiche .
  • 3 gocce di olio essenziale puro (lavanda,argan, rosa, etc…..). Per le pelli sensibili, si consiglia di fare una prova di reazione all’olio sulla pelle.
  • succo di limone o acqua di bottiglia riscaldata, o the’ verde o aceto, secondo il colore che se desidera.
  • un cucchiaino di zucchero

Procedimento:

Mescolate la polvere con il liquido fino a renderla simile al puré solido, aggiungete lo zucchero e mescolate bene. Coprite con pellicola trasparente e lasciate riposare una notte se avete usato il limone o due ore se avete messo l’acqua, in un posto caldo.

Trascorso il giusto tempo, controllate che la pasta abbia rilasciato la tinta scostando la superficie con il cucchiaio e osservando che la pasta sotto sia più chiara. Ora aggiungete l’olio essenziale, che aiuterà il rilascio della tinta e aggiustate la consistenza che deve essere cremosa ma non troppo liquida, circa come il dentifricio.

Gli oli essenziali non vanno mai usati puri sulla pelle, ma sempre diluiti, in questo caso nella pasta di hennè. Per le pelli particolarmente sensibili è indicato l’olio di lavanda. Le persone, per esempio, allergiche ai profumi possono usare una pasta di hennè priva di oli essenziali, tingerà un po’ meno, ma avrà sempre un buon colore.

Ricoprite e lasciate riposare 4 ore se usate limone, 2-3 ore se avete usato acqua.

Più è caldo, prima avverrà il rilascio della tinta. Prima di adoperare la pasta basta fare un test per vedere se il tempo di rilascio della tinta è stato sufficiente. Basta mettere un punto di pasta sul palmo della mano e attendere qualche minuto. Pulitelo poi con un fazzoletto di carta e verificate che abbia lasciato una macchia arancione neon. Se è così, vuol dire che la pasta è pronta.

Mettete la pasta nel metodo applicatore (cono, bottiglietta, o siringa).

Per una ricetta ben riuscita alcuni fattori sono fondamentali:

  • qualità e freschezza della polvere e degli ingradienti impiegati
  • giusto tempo di rilascio della tinta
  • e molta molta pazienza!

Importante e’ sperimentare: il tipo di polvere usata, l’olio, il clima, l’acqua, tutto puo’ influire sul tipo di pasta che uscira’. Si vendono, nei negozi specializzati, dei kit gia’ preparati per fare i tatuaggi all’henne’.

Buon divertimento!!!

Articolo pubblicato da Daniela

Articoli che potrebbero interessarti.