Sloughi levriero del Marocco, il principe del deserto, cane prediletto da secoli dalle tribu del deserto marocchino.

Nel famoso libro di Daumas egli descrive gli Sloughi levrieri del Marocco : “Il suo mantelloè fulvo, egli è grande, con un muso appuntito, una fronte larga, delle orecchie corte e un collo muscoloso: i muscoli del posteriore sono ugualmente molto sviluppati. Non ha ventre, le membra secche, tendini ben disegnati, garretti presso il suolo, la parte inferiore delle zampe piccola e secca, il palato e la lingua nera, il pelo molto dolce. Lo scarto tra le ossa iliache dovrà essere di quattro dita e la cima della coda dovrà poter passare sotto i glutei e arrivare all’osso dell’anca.

Principe del deserto Sloughi levriero del Marocco

Gli antichi romani chiamavano questa razza canina “Vertragus”, splendidi, antica e rara, nobile e gentile, gli Sloughi con fierezza estrema vivono nel deserto del Sahara, dove le tribù considerano lo Sloughi levriero del Marocco uno di loro. Gran cacciatore non esita ad attaccare volpi e sciacalli, difende senza remore gli animali domestici.

Caratteristiche degli Sloughi levriero del Marocco

Gli Sloughi hanno una  altezza al garrese di 70 cm, velocissimo può arrivare fino a 90km orari inseguendo la sua preda. Dopo un periodo in cui si era quasi estinto oggi grazie alle attenzioni del Club marocchino dello Sloughi e dall’associazione delle cacce tradizionali in Marocco, hanno contributo con grande impegno al suo recupero e allo viluppo della razza. Tante é vero che grazie alla sua bellezza naturale e alla sua fierezza , lo Sloughi oggi é molto richiesto in Europa dagli amanti dei levrieri.