Oggi vi propongo questa bellissima poesia del poeta Sergio Castoldi, che trovo splendida.

 

Marrakech la città rossa…..

Marrakech è rossa
come il sangue…
Mentre ti prende alla gola!
Sonnambula nella polvere,
tra incantate nuvole di narghilè
resta immobile.
Nelle strette viuzze dei Souk
incantatori di serpenti,
giocolieri e cartomanti,
ammaestratori di scimmie,
insinstenti venditori
e perdigiorno…
 
Poco lontano…stanno i tintori
in grandi vasche
tra colorati schizzi,
affrescano l’aria
con stoffe variopinte…
I fabbri cesellano i sogni
a colpi di martelllo,
il rumore è assordante
da sembrare irreale…
Le scarlatte babbucce
camminano
con passi fuori dal tempo,
nelle mille anime del Marocco…
 
Alla sera, la sabbia del deserto
dispiega un sipario rosso
sull’orizzonte…
Tra le braccia del vento,
il profumo della sabbia scura
del Mar Rosso…
 
Nell’arido paesaggio
cala il mantello delle stelle…
In un tremulo miraggio…
Hassna, la principessa berbera
cinta dal velo blu della notte,
vola nella luna
su un tappeto
rubato tra i colori di un Souk.

Che dire non potete non vedere Marrakech la città rossa……..

Articolo pubblicato da Pasquale D.

Articoli che potrebbero interessarti.