Marocco un paese meraviglioso, ci sono stata la prima volta nel 2011 , il Marocco ogni ogni volta che ci torno mi sorprende e mi affascina sempre di più…….

Ecco la storia di Mara , un cara amica che dal 2011 visita il Marocco almeno 2 volte l’anno con una grande agenzia locale ” Vacanze nel Deserto“.

MAROCCO UN PAESE MERAVIGLIOSO

Sono stata in Marocco la prima volta nel 2011 e da allora ci ritorno almeno 2 volte all’anno, è un Paese che ogni volta mi sorprende e mi affascina sempre di più. Ho ancora molti posti da vedere ma sono già tutti inseriti nei miei prossimi programmi. Questo non è un diario di viaggio è solo una piccola panoramica di alcuni luoghi che ho vistato in nei vari tour .

Un ringraziamento particolare a www.vacanzeneldeserto.com , l’agenzia locale che mi segue ogni volta e con la sua professionalità mi ha insegnato ad amare e apprezzare questo meraviglioso Paese.

Marocco un paese meraviglioso, LE CITTA’.

MARRAKECH: la città rossa , bellissima con la piazza Jemaa El Fnaa che alla sera si popola di musicanti, cantastorie, acrobati e diventa un ristorante a cielo aperto con una miriade di tavoli e griglie e prodotti per tutti i gusti ,pronti per essere assaggiati ! Il suo suq dove i mercanti ti invitano ad assaggiare il thè proponendoti la loro merce obbligandoti a trattare fino allo sfinimento !Le piazzette suddivise per reparti quella delle spezie, quella delle lanterne, quella delle babucce, quella dei polli….Le terrazze, tantissime dove sostare e per gustare soprattutto il bellissimo tramonto cullati da una leggera brezza che arriva dai vicini monti dell’Atlas o dal canto del Muezin che invita i fedeli alla preghiera. I vicoli, tanti vicoli a Marrakech e perdersi li è diventato il mio passatempo preferito, si scoprono attimi di vita che abbiamo dimenticato. Ecco marrakech la definirei la città dai mille colori, sapori e profumi. I tesori antichi :

Medersa Ben

Museo di Marrakech

Palazzo della Bahdia

Museo Dar Si Said

Le tombe sadiane

La moschea Koutoubia,

Il giardino Majorelle

FEZ:  Nella parte settentrionale del paese, all’interno di una fertile valle incastonata tra le colline del Maghreb si trova la città di Fez. Si divide in città nuova e città vecchia . La città vecchia o Medina è  un vero labirinto di stradine, oltre 9 mila, con mercati di ogni tipo, dai tappeti agli oggetti in ottone, della ceramica ai tessuti e alla pelle, e dove le merci vengono ancora trasportate a dorso d’asino. Entrare nella Medina  è come fare un salto indietro nel tempo, ammaliati dagli odori, dai suoni e dalle scene di vita. Da visitare:

la porta Bab Boujeloud,

la medersa Bou Inania

le moschee Gazleane e Ash Sherabilyin,

la fontana di place an-Nejjarine,

la zaouïa di Moulay Idriss II,

la medersa El Attarine,

la moschea Kairaouine (simbolo di Fes),

il qissaria o kayssaria (mercato coperto).

Il palazzo reale Dar el Makhenz (purtroppo non visitabile all’interno).

Non dimenticate le concerie anche se a me mettono tanta tristezza !

ESSAOUIRA:  originariamente chiamata Mogador, cioè piccola fortezza, è da sempre un importante porto che collega il paese con il resto dell’Africa e dell’Europa. Si trova Lungo la costa atlantica del Marocco, a ovest di Marrakech, famosa soprattutto per a sua sensazionale Medina sul mare iscritta nella lista dei siti Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. La fortezza, i muri bianchi e cangianti, la rilassatezza dei suoi abitanti, la Kasbah, le botteghe artigiane, rendono questa città unica e dal sapore europeo. Da visitare:

il mercato del pesce giù al porto ,

resti del Mogador, la fortezza portoghese del 1500 smantellata in parte per far posto ad una spianata per i cannoni.

Il mare, da una parte con scogli e onde che si infrangono, dall’altra una distesa di spiaggia calma e tranquilla, essendo una città ventosa è molto adatta agli amanti del windsurf.

Un paese meraviglioso, LE KASBAH.

Ait Benhaddouh

Bella bella bella !!!
Nel cuore dell’Atlante tra Marrakech e Ouarzazate si trova questo splendido gioiello. Sono arrivata in un giorno caldissimo di giugno una sosta prima di immergermi nel deserto ! Immersa in un verde palmeto costeggiata dal fiume spicca il colore dell’argilla di questa bellissima Kasbah. Sembra di essere dentro a un presepe ! Un insieme di abitazioni collegate tra loro da vicoli strettissimi, torrette ,scalinate e nidi di cicogne . Ora nella antiche abitazioni ci sono i classici negozi di souvenir ma immaginate un tempo …! Questo luogo è giustamente tutelato dal Patrimonio dell’Umanità ed è stato utilizzato come set naturale per alcuni famosissimi film. E’ un luogo magico, misterioso, affascinante ! Assolutamente da visitare possibilmente al mattino presto o al tramonto quando non c’è molta gente , aiuta alla meditazione !

Kasbah De Telouet

Questa bellissima kasbah un tempo deve essere stata stupenda ! Fatta di paglia e fango ormai è mezza diroccata a causa delle intemperie e della mancanza di manutenzione. All’interno però si possono trovare ancora delle bellissime stanze con mosaici e dipinti magnifici.
La kasbah si può notare già da distante , caratteristiche le merlature dei muri e il colore rosso !
Merita una visita anche perchè dalle finestre in alto si gode di un bellissimo panorama !

Kasbah De Taourirt

Una delle meglio conservate di tutto il Marocco,
Era la residenza del pascià di Marrakech , un complesso intreccio di muri di pisé rosso ocra e di torri merlate …una visione magnifica che merita di vedere.  All’interno si possono visitare le meravigliose stanze decorate di stucchi dipinti e di soffitti in legno di cedro, tra le quali la sala da pranzo e la stanza della favorita.

Marocco un paese meraviglioso, IL DESERTO

Ahhh… il mio deserto !!! Innamorata !

A sud del Marocco proprio a ridosso delle dune si trova il villaggio di Merzouga, ed è da qui che si parte per le escursione nel deserto. Qui si erge L’Erg Chebbi è l’unico vero erg sahariano del Marocco, ovvero una di quelle enormi distese di sabbia tipiche del Sahara algerino.

L’Erg Chebbi è un paesaggio magico; a seconda dell’ora della giornata le dune cambiano colore passando dal rosa all’oro e al rosso con dei chiaroscuri che si formano con i giochi di luce e il cielo blu di contorno, uno spettacolo mozzafiato. I limpidi cieli del deserto che alla notte si illuminano di migliaia di stelle, la calma e la tranquillità, il non pensare al nulla, lo sguardo che si perde nell’orizzonte infinito, ascoltare solo il silenzio del deserto, tutto questo merita di passare almeno una notte in uno dei tanti bivacchi più o meno comodi che si trovano sparsi tra le dune in piccole oasi . E’ bellissimo poi alla sera, magari attorno al fuoco sentire gli amici berberi che cantono le loro canzoni al ritmo dei tamburi o raccontare storie di nomadi, deserti che ci sembra di essere sempre vissuti li. Assistere poi allo spettacolo dell’alba è una cosa ancora più emozionante , vedere il sole che piano piano illumina le dune e porta un po’ di calore sulla sabbia fredda dalla notte… ti da proprio il senso della vita. Come pure il tramonto, dopo una giornata di sole accecante, vederlo scendere da dietro le dune ti regala un senso di pace.

Un paese meraviglioso, PANORAMI

Tutti pensano che il Marocco sia un Paese arido e piatto, nulla di più sbagliato !

Percorrendo la strada che da Marrakech porta a Merzouga (deserto) salendo fino a 2260 mt. verso la catena dell’Atlante troviamo villaggi sperduti quasi irriconoscibili talmente mimetizzati con i colori della natura. Troviamo poi la Valle del Dades con le montagne di rocce maestose, che cambiano conformazione e colore , in primavera poi il rosso mattone della roccia si alterna al verde del frumento e al rosa dei mandorli in fiore.

Proseguendo troviamo le Gole del Todra un canyon di  alte pareti di roccia rosa e grigia scavate dall’acqua, in alcuni punti le scogliere alte fino a 300 metri si avvicinano a tal punto da rendere lo scenario ancora più spettacolare.

Sempre scendendo troviamo la Valle del Draa lunga 200 km.e un susseguirsi di colori, l’oro dei grappoli di datteri appesi alle palme e dei campi di grano , tutte le sfumature del bruno, del grigio e dell’ocra della terra e degli ksour, villaggi fortificati dei berberi, il verde delle palme e delle piantagioni di Hennè.
Fino ad arrivare alle porte del deserto dove troviamo paesaggi lunari arsi dal sole .

Un paese meraviglioso, ABITANTI

Una cosa che mi ha veramente stupita è stata l’accoglienza del popolo marocchino, ero partita prevenuta da alcune dicerie sentite qua e là ma ho visto solo gente sorridente e disponibile a darti una mano. Anche nei negozi non sono così insistenti come per esempio in Egitto, certo che devi saperci fare, un bel no deciso è meglio di uno sguardo sgradevole. (anche se qualche maledizione te la mandano). Io mi sono sempre sentita sicura tra di loro anche perché viaggiando quasi sempre da sola non potrei avere questi dubbi. Le donne poi io le ho trovate dolcissime soprattutto quelle dei villaggi , se chiedi loro di farle una foto la maggior parte delle volte di dicono di si e magari ci tengono anche a fare una foto assieme. I bambini sono meravigliosi, ti vengono incontro felici con la speranza di ricevere un piccolo dono e se gli dai qualcosa ti ripagano con un sorriso dolcissimo con quelli occhioni profondi che ti prendono il cuore. La vita non è semplice per loro ma li rendi felici con poco.

By MARA

vacanze-nel-deserto-super-offerta-estate-2015